Rotary International

Paul Harris

Paul Percy Harris (Racine, 19 aprile 1868 – Chicago, 27 gennaio 1947)

Rotary International è Organizzazione non a scopo di lucro. Il Rotary Club è un club di servizio sorto a Chicago nel 1905. Esso è stato definito come gruppo di amici, appartenenti a diverse professioni e chiamati ad impegnarsi a favore del prossimo. FondatorePaul HarrisFondazione23 Febbraio 1905, Unity BuildingSedeEvaston, llinois, Stati Uniti

La base della organizzazione del Rotary è costituita dai Club. I soci dei club sono dei professionisti che credono nei valori umani più autentici ma che, soprattutto, vogliono mettere a disposizione della società la loro competenza con azioni di servizio e di generosità attiva. La convivenza nei club, favorita da incontri settimanali e dagli impegni che assieme i soci assumono e realizzano, alimenta la reciproca conoscenza in un clima di benevolenza; si generano così, sempre, un gradevole cameratismo e anche delle relazioni improntate ad una vera amicizia.

Il servizio e l’amicizia sono i pilastri e la stessa ragione d’essere del Rotary. Sono valori che si sostengono a vicenda, che si alimentano a vicenda, proprio perché l’amicizia si costruisce con la volontà di convivenza buona e generosa e il servizio è la concretezza con cui si può esprimere la responsabilità sociale.

Lo scopo del Rotary

I testi ufficiali del Rotary riportano il riferimento fondamentale dell’associazione che tutti i rotariani nel mondo conoscono e condividono:

Scopo del Rotary è incoraggiare e sviluppare l’ideale del “servire” inteso come motore e propulsore di ogni attività. In particolare esso si propone di:

  • promuovere e sviluppare relazioni amichevoli tra i propri soci, per renderli meglio atti a servire l’interesse generale;
  • formare ai principi della più alta rettitudine la pratica degli affari e delle professioni; riconoscere la dignità di ogni occupazione utile a far sì che essa venga esercitata nella maniera più degna quale mezzo per servire la società
  • orientare l’attività privata, professionale e pubblica dei singoli al concetto del servizio;
  • propagare la comprensione, la buona volontà e la pace fra nazione e nazione mediante il diffondersi nel mondo di relazioni amichevoli fra gli esponenti delle varie attività economiche e professionali, uniti nel comune proposito e nella volontà di “servire”.

La nascita del Rotary

Il Rotary nacque la sera del 23 febbraio 1905, quando Paul Harris, allora giovane avvocato di Chicago, si incontrò con tre amici per discutere un’idea che da tempo lo assillava: dar vita ad un club maschile, di uomini di differenti professioni, organizzando incontri regolari all’insegna dell’amicizia, per trascorrere un po’ di tempo in compagnia e allargare le conoscenze professionali. Quegli amici di Paul Harris erano Silvester Schiele, commerciante di carbone, Gustavus Loehr, ingegnere minerario e Hiram Shorey, sarto. Si riunirono presso l’ufficio di Loehr, in Derarborn Street 127, in un edificio, l’Unity Building, che esiste ancor oggi a Chicago. Harris chiamò il suo sodalizio: Rotary in riferimento alle riunioni settimanali tenute a rotazione nei relativi uffici; viene deciso altresì il logo rotariano, una ruota dentata: simbolo dell’attività professionale, rappresenta anche il tipico tavolo conviviale a 8 numero ritenuto perfetto per la convivialità (numero pari, quattro coppie, numero massimo oltre il quale, durante il servizio a tavola, non si aspetta che tutti i commensali siano serviti), i denti della ruota sono 24 e il numero corrisponde alle conviviali semestrali ordinarie che il Rotary International consiglia ai club aderenti.

I quattro soci fondatori erano di discendenza nazionale diversa (americana, tedesca, svedese e irlandese), appartenevano anche a fedi religiose diverse (protestante, cattolica ed ebraica) ed erano rappresentanti di diverse professionalità. Erano un prodotto di quel grande crogiolo che era ed è l’America e, sotto questo aspetto, costituivano i progenitori più adatti a dar vita a quel grande movimento internazionale che sarebbe poi diventato il Rotary International.

Il secondo Rotary Club venne fondato nel 1908 a San Francisco; nel 1910 a Winnipeg; nel 1911 a Dublino; nel 1916 a Cuba; nel 1920 in India. Nel 1922 il nome fu cambiato in Rotary International, in quanto si erano insediati club nei cinque continenti. In Italia nel 1923 a Milano è stato istituito il primo Rotary Club, nel 1924 a Napoli il secondo. Il primo Club russo è stato costituito nel 1990.

Il Rotary nel 1989 ha aperto le porte alle donne.

A un secolo dalla fondazione in ricordo del primo luogo di riunione, la stanza 711 dell’Unity Building di Chicago, gli arredi d’epoca sono stati trasportati nell’attuale sede centrale del Rotary dove possono essere visti dai Rotariani provenienti da tutto il mondo.

Struttura del Rotary

Il Rotary è una organizzazione capillare a struttura piramidale, diffusa in oltre 160 Stati senza distinzione di razza, confessione religiosa e convinzione politica, e così articolata:

Il Rotary International ha sede ad Evanston (USA) ed è guidato dal Presidente Internazionale. Indica le priorità e fornisce le linee guida per le nuove attività che dovranno essere svolte dai vari Club nel mondo.

Il Distretto è retto da un Governatore distrettuale; è compreso in una delle 34 zone territoriali distribuite nei vari continenti; ha funzione di amministrazione e coordinamento nei confronti dei Club presenti nel territorio di sua competenza;

Il Club costituisce la base del Rotary ed opera a livello locale. Svolge la propria attività per:

  • la partecipazione attiva ai progetti di volontariato a favore delle comunità locali e internazionali;
  • l’individuazione e la formazione di Dirigenti capaci di servire il Rotary a tutti i livelli;
  • la conservazione e lo sviluppo dell’Effettivo.

Il braccio operativo del Rotary International è costituito dalla Rotary Foundation, tramite la quale vengono realizzati i suoi programmi educativi, umanitari e culturali.

Rotaract (7.000 club in 139 paesi): Organizzazione alle attività di volontariato e di servizio con lo sviluppo delle capacità di leadership dei giovani dai 18 ai 30 anni.

Interact (11.000 club in 109 pasi): Organizzazione dedicata ai giovani dai 14 ai 18 anni, nello spirito dei valori rotariani.

I motti del Rotary

Il primo motto del Rotary International, “He profits most who serves best” (chi serve meglio ha più profitto), venne approvato nel 1911 durante la Convention di Portland, Oregon. Nello stesso periodo il presidente del Rotary Club di Minneapolis, Minnesota, dichiarò che il modo migliore per organizzare un Rotary Club era quello di seguire il principio che lui aveva adottato: service, not self (servizio, non egoismo).

Questi due slogan vennero adottati come motto del Rotary International, durante la Convention di Detroit nel 1950: “He profits most who serves best” e “Service above self”.

Il Consiglio di Legislazione del 1989 stabilì che il motto ufficiale sarebbe stato: “Service above self’ (Servire al di sopra di ogni interesse personale), poiché in modo molto conciso meglio spiegava la filosofia del servizio altruistico.